Stock immobiliare, ecco come cambia il mercato italiano

Stando a quanto sanciscono gli ultimi dati elaborati dall’OMI – Agenzia delle Entrate, nel 2018 lo stock immobiliare italiano è cresciuto dello 0,6% (ca. + 400 mila unità) rispetto al 2017, con 68,7 milioni di intestatari di unità immobiliari, principalmente concentrati tra il gruppo A e il gruppo C.

Cerchiamo tuttavia di valutare nel maggior dettaglio quali sono i principali elementi informativi che è possibile trarre dal dossier dell’Osservatorio, e che cosa è accaduto rispetto al precedente aggiornamento pubblicato nell’estate scorsa. Continua a leggere Stock immobiliare, ecco come cambia il mercato italiano

Mercato residenziale in Italia, prosegue la crescita delle compravendite

La tendenza di espansione dei volumi di compravendite nel settore residenziale prosegue, con il primo trimestre 2019 che, per l’OMI, ha manifestato un tasso di crescita dell’8,8%, lievemente inferiore al + 9,3% della fine del 2018. Bene anche il dato destagionalizzato del numero delle operazioni, che si conferma il più alto della serie storica avviata nel 2011. Continua a leggere Mercato residenziale in Italia, prosegue la crescita delle compravendite

Immobiliare abitativo: nuovi segnali di sviluppo ma i prezzi faticano a salire

Segnali di ripresa sempre più omogenei sembrano interessare il mercato immobiliare abitativo italiano ma, in tale scenario, i prezzi delle case faticano a ritrovare uno spunto positivo. È questa, in estrema sintesi, la conclusione cui è possibile giungere dando uno sguardo analitico agli ultimi dati statistici elaborati dall’Osservatorio del mercato immobiliare nel suo report più recente, nel quale appare evidente come il IV trimestre 2018 abbia portato in dote più aspetti positivi che elementi per cui val la pena storcere il naso. Continua a leggere Immobiliare abitativo: nuovi segnali di sviluppo ma i prezzi faticano a salire

Immobiliare a destinazione residenziale: crescono unità e rendite catastali

L’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate ha recentemente pubblicato il suo nuovo volume sulle statistiche catastali, evidenziando come al 31 dicembre 2017 risultassero censite nelle categorie del gruppo A (con la sola eccezione della categoria A/10) circa 35 milioni di unità, ovvero 114 mila unità in più di quelle che furono rilevate con riferimento al 2016. Continua a leggere Immobiliare a destinazione residenziale: crescono unità e rendite catastali

Bologna, il 2017 si chiude con il segno meno: il 2018 è l’anno giusto del rilancio?

Il mercato immobiliare di Bologna? Mostra qualche segno di ripresa, soprattutto in alcune aree urbane a maggiore richiesta. Tuttavia, complessivamente, il 2017 si chiude con il segno negativo: – 3,3% nelle compravendite del capoluogo, e – 0,8% per il trend delle transazioni nell’intera provincia, che può comunque contare su alcune prestazioni di relativo rilievo, come quelle nella semicintura sud-ovest. Continua a leggere Bologna, il 2017 si chiude con il segno meno: il 2018 è l’anno giusto del rilancio?

Bologna, compravendite immobiliari sotto la media nazionale

Il buon andamento del mercato immobiliare italiano, sul fronte residenziale, ha prodotto nel corso dell’ultimo quarto del 2017 un incremento del numero delle operazioni pari a + 6,3% a/a in media nazionale, e del + 3,4% a/a in media delle principali otto città italiane per popolazione, con un rialzo quasi doppio rispetto a quello osservato nel corso del trimestre precedente. In tale ambito, le città più dinamiche di fine 2017 sono state sicuramente Firenze (+ 11,8%) e Milano (+ 9,1%), mentre a Bologna (così come a Palermo e a Roma), il tasso tendenziale è negativo, pur senza inficiare la sostanziale tenuta del mattone della città. Continua a leggere Bologna, compravendite immobiliari sotto la media nazionale

Report immobiliare bologna - OMI II trimestre 2017

Immobiliare residenziale, Bologna unica grande città con compravendite in contrazione

Stando a quanto suggeriscono i dati dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, nel corso del II trimestre 2017 le compravendite di immobili residenziali sarebbero cresciuti del 3,8% su base annua in media nazionale, e del 4,4% su base annua nelle otto principali città italiane per popolazione. Continua a leggere Immobiliare residenziale, Bologna unica grande città con compravendite in contrazione

Mercato immobiliare, ecco lo stock degli italiani al 2016

L’Osservatorio del mercato immobiliare ha pubblicato i dati relativi al Catasto edilizio urbano al 2016. Un interessante dossier (gratuitamente disponibile, in versione integrale, sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate), dal quale emerge come lo stock immobiliare censito negli archivi consista in 74,3 milioni di immobili o loro porzioni, di cui 64,5 milioni censiti nelle categorie catastali ordinarie e speciali (con attribuzione di rendita) e più di 3 milioni censiti nelle categorie catastali del gruppo F, che rappresentano unità non idonee (temporaneamente o in via definitiva) a produrre un reddito (si pensi ai riduri, o ai lastrici solari). Ulteriormente, oltre 6 milioni sono beni comuni non censibili, ovvero di proprietà comune e non in grado di produrre reddito, mentre poco più di 100 immobili sono unità ancora in lavorazione. Continua a leggere Mercato immobiliare, ecco lo stock degli italiani al 2016

Vuoi restare aggiornato?
Ricevi in anteprima le notifiche delle nostre news del mercato immobiliare bolognese.
Rispettiamo la tua privacy
Potrai sempre cancellarti dalla miling list se non gradirai la nostra comunicazione.
Informativa Privacy