Quali documenti devi avere per vendere casa?

Condividi questa notizia
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Vendere casa è un momento molto importante nella vita di ogni famiglia. Significa infatti portare a coronamento un proprio progetto che, di norma, travalica il solo ambito immobiliare per abbracciare i cambiamenti economico-patrimoniali del titolare della casa e dei suoi familiari.

Ciò premesso, è lecito pensare che tutti i venditori aspirino ad avvicinarsi al rogito con le “carte in regola” per portare a compimento la transazione senza alcuna brutta sorpresa, a cominciare dall’aspetto documentale.

In tal proposito, cerchiamo di riassumere quali siano i documenti necessari per vendere casa, cominciando da quelli sull’immobile.

I documenti sull’immobile

Per quanto concerne i documenti sull’immobile, il primo è relativo all’atto di provenienza dell’immobile, come una successione, una donazione, una compravendita. È rilasciato dal notaio nel momento in cui un determinato immobile subisce un trasferimento di proprietà. Pertanto, nel caso in cui non si abbia a disposizione il documento, sarà sufficiente rivolgersi nuovamente al notaio che lo aveva redatto.

Tra gli altri documenti essenziali dell’immobile citiamo la planimetria catastale, che può essere usata per verificare la corrispondenza con lo stato di fatto dell’immobile, la visura ipotecaria dell’immobile, che consente di verificare se sull’immobile gravano eventuali pignoramenti, ipoteche e decreti ingiuntivi, così come la visura catastale storica, indispensabile per ricostruire l’evoluzione dei vari passaggi di proprietà e delle variazioni catastali che hanno riguardato l’immobile.

Altri documenti che riguardano l’immobile sono:

  • Attestato di prestazione energetica, che fornisce informazioni sulle prestazioni energetiche della proprietà, riportando anche la classe energetica del bene in una scala che va dalla lettera A alla lettera G
  • Permesso di costruire, l’autorizzazione del Comune con specifica approvazione del progetto e coerenza sotto il profilo edilizio e urbanistico
  • Certificato di abitabilità, che corrisponde alla dichiarazione di correttezza del rispetto delle norme di sicurezza e igiene
  • Certificato di conformità degli impianti elettrici, termici, idraulici
  • Documenti condominiali come il regolamento e l’attestazione del regolare pagamento delle quote
  • Documenti relativi agli eventuali contratti di locazione in essere.

I documenti sul venditore

In aggiunta ai documenti sull’immobile è opportuno tenere anche una copia dei documenti che riguardano il proprietario. Non si tratta, ad ogni modo, di documenti di difficile reperimento, bensì:

  • Carta di identità e codice fiscale, al fine di individuare in modo univoco il soggetto che desidera vendere il proprio immobile
  • Certificato di residenza, atto di nascita e certificato di stato civile, al fine di ottenere informazioni necessarie per qualificare il venditore come, ad esempio, la presenza di altri soggetti che possono avere diritti sulla proprietà
  • Permesso di soggiorno, nel caso in cui il proprietario sia un cittadino extracomunitario.

Per saperne di più invitiamo tutti i lettori interessati a prendere contatti con i nostri agenti immobiliari al fine di definire con puntualità quali sono i documenti necessari per la stipula dell’atto di compravendita.

Ti è piaciuto questo articolo?
Resta aggiornato, iscriviti alla nostra newsletter
Rispettiamo la tua privacy
Potrai sempre cancellarti dalla miling list se non gradirai la nostra comunicazione. Informativa Privacy

Condividi questa notizia
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •